Piccole grandi emozioni al Lago del Salto (RI)

Lago del Salto (Novembre 2010)

Sono una decina di giorni che mi “arrovello” le membra e mi incollo le dita con il Bi-Componente per cercare di dare un assetto adeguato ai miei stramer…ma finalmente il Sabato di rito è arrivato e oggi la giornata è uggiosa, con cielo grigio e nuvole cariche di pioggia; non c’è vento e la tempeatura è di qualche grado al di sopra della media stagionale; per ora il tempo regge. Insomma, è una giornata perfetta per chi, come me, adora andare a pesca di Lucci (però con la coda di “topolone” ovvio….)
Stamane, sono partito prestissimo da casa per arrivare sul posto prima che il sole si affacci sopra i monti che circondano il lago del Salto (RI). C’è voluta un’oretta e mezza di macchina, un caffè e una ciambella per arrivare (e quasi 15 € di benza).

Erano “secoli” che le mie suole non calpestavano questi luoghi circondati dai monti dove è facile perdersi tra profumi di bosco, le bellezze della natura e dove è altrettanto facile perdersi proprio….

Praticolare - specchio d'acqua dal bosco - Lago del Salto (RI)

Non sto più nella pelle e arrivato nei pressi di Fiumata, un piccolo borgo che si affaccia lungo le sponde del lago, prendo lo zainetto(panini), la mia scatoletta piena di inganni, la mia canna 9.6′ ed un mulinello/argano con una coda 8 affondantissima (grado 7).

Mi avvicino con estrema cautela alla riva rimanendo però a qualche metro di distanza dall’acqua. Davanti a me uno specchio di calma. Rimango in attesa di qualche segnale, di qualche brusio che però non tarda ad arrivare. C’è movimento e qualcosa stamattina si muove; anche io inzio a sbracciarmi cercando di raggiungere con la mia coda una distanza adeguata per tendere il mio inganno.

Lancio e rilancio ancora, e la prima oretta passa velocemente. Cerco di capire, di percepire cosa è che non sta funzionado. La luce intorno a me è debole e questo mi spinge a cambiare il mio artificio con un colore più acceso. Un arancio acceso di pelo di coniglio e un verde di marabù saranno il mio asso nella manica. Questo streamer cambierà le sorti della mia giornata, me lo sento.

Luccio pescato a mosca - lago del Salto (RI)

Riprendo il mio cammino lungo la sponda fino a raggiungere a tiro la vetta di un’albero sommerso (quest’anno il livello del lago è molto alto). MI avvicino lentamente. Sono circondato da barche e pedalò affondati, lasciati alla deriva e fà un pò strano muoversi in uno scenario

come questo. Ma vado avanti, lancio dopo lancio.

Sono in un boschetto allagato, c’è sempre meno luce e la vegetazione è molto fitta..la profeondità qui è molto scarsa e non si arriva a più di un metro d’acqua, ma le sorprese però non tardano ad arrivare! Finalmente arrivano le emozioni e una dopo l’altra riempiono di gioia e soddisfazione questa bella giornata di inizio Novembre.

Ti è piaciuto questo articolo?

CONSIDERA SEMPRE UNA DONAZIONE.

Grazie

[paypal-donation]

Luccio pescato con uno streamer - Lago del Salto (RI)

About Marco