Luccio prima della pioggia

Luccio pescato al lago di Bracciano
luccio-simone1

Simone Gasperini – Luccio – pescato al lago di Bracciano

E’ sabato 18 aprile 2009 e il tempo non e’ dei migliori ma la voglia di andare a pesca dopo tanto tempo si fa sentire; decido cosi’ di chiamare Giovanni e rimaniamo d’accordo nel sentirci il giorno dopo verso le sette di mattina e se il tempo ci assiste partire e mettere a mollo la barchetta.

Controllo le previsioni meteo e neanche a farlo apposta danno pioggia per tutta la Domenica, che sfiga!

Ore sette di Domenica: sveglia!

Il tempo e’ pessimo ma non piove, chiamo Giovanni e decidiamo di provare, appuntamento mezz’ora piu’ tardi al rimessaggio dove abbiamo le barche.

Arrivo al lago con quella frenesia che solo la pesca riesce a metterti, il lago di Bracciano e’ calmo e anche se il cielo promette pioggia, il panorama che mi trovo davanti mi mette di buon umore, magia della pesca.

Partiamo e cominciano a cadere le prime gocce, non ce ne facciamo un problema e cominciamo a pescare con due cucchiaioni oltre i 30 grammi. La prima ora di pesca non ci regala catture, i lucci sembrano in letargo, eravamo quasi pronti a lasciare i cucchiai e provare con qualche silicone i black bass che a detta di molti si cominciano a muovere verso riva quando succede quello che ormai aspettavo da tempo.

Ero in piedi sulla barca, recuperavo la mia esca su un fondale di circa sei/sette metri, Giovanni (piu’ esperto di me in fatto di lucci) mi consigliava il modo giusto di recuperare e improvvisamente la canna si piega a causa di due forti testate; ferro e comincio il recupero, il luccio tira prende un po’ di filo ma dopo non molto finisce nel guadino, che soddisfazione!.

Tutto euforico lancio un paio d’urli e mi guardo il mio luccio fra le mani con ancora il cucchiaio Abu Garcia fra i denti; lo slamiamo e lo pesiamo, 2 Kg tondi tondi.

Mi sento decisamente meglio ora, il primo pesce a spinning del 2009 e’ arrivato e gia’ cominciano le fantasie sull’estate che sta per arrivare, mi immagino mesi di pesca di sole di lucci e black bass, MAGARI.

Tornando alla mattinata di pesca c’e’ poco d’aggiungere, proviamo per un po’ a lanciare ancora qualche minnow, ci spostiamo e riproviamo ma niente piu’, e’ tornato il letargo e insieme ad esso arriva una pioggia sempre piu’ fitta e insistente. Ci affrettiamo ad uscire e rimessare la barca, penso tra me che anche se non sono state che tre ore di pesca mi posso ritenere fortunato e soddisfatto, ho preso un bel luccio, un luccio prima della pioggia.

8 Commenti

  1. Marco

    Grazie per il tuo articolo! Continua cosi!!!!

  2. Simone

    Spero sia solo il primo di una lunga serie.
    Ciao, Simone

  3. Simone

    Ciao Marco, oggi ad Anguillara ho preso 25 black bass, tutti abbastanza piccolini e tutti ancora liberi di crescere. A te come va la pesca?
    Simone

  4. Marco

    scusa se ti rispondo con ritardo pazzesco….
    la pesca và benissimo, è ricominciata la stagione della pesca a mosca (la secca) e mi ci sto buttando come un matto. Ieri sono stato al lago del Turano (Ri) e ho preso un bel “luccetto” (con la canna da mosca). Metterò la foto nella galleria della pesca a mosca. Inoltre mi sto allenando a pescare le scardole al lago di Bracciano a mosca…non hai idea di quanto possa essere divertente se ne prendono uno scatafascio!!!

  5. Simone

    La pesca a mosca e’ una di quelle cose che dovro’ provare assolutamente nella mia vita; mi affascina moltissimo ma non so’ proprio da dove cominciare, quando mi ristabiliro’ a Roma faro’ un corso.
    Ho sentito voci di mega bass ad Anguillara sara’ vero? Io li trovo sempre piccoli, bo….
    A presto, Simone

  6. Marco

    Ciao Simo,
    se vuoi fare un corso ti posso indirizzare io. Dai un’occhiata qui: http://www.flyfishingmasters.it
    E’una scuola di pesca a mosca con istruttori di massimo livello e di massima qualità. Fare un corso ha un costo contenuto. Io stesso lo farò con loro a Settembre credo. Ho bisogno di perfezionare la tecnica di lancio e avendo un amico istruttore a cui devo tutto sulla P.a.m. vorrei affrontare presto questo discorso

  7. Alex

    Grande Simone, bel colpo!
    Io purtroppo a Bracciano quasi non riesco più a pescare, dopo che a Dicembre mi si è cappottata la barca pesco col culo stretto e non me la godo più come un tempo…so rimasto traumatizzato! Ad ogni modo penso che a breve sposterò la barca al lago del Salto e li spero di riprendere confidenza con la barca!
    A presto!
    Alex

  8. Simone

    Ma dai Alex………
    E’ normale avere paura dopo quello che ti e’ successo ma ricorda che e’ stato un incidente causato da inesperienza e poca attenzione alla sicurezza; basta non uscire col maltempo, indossare salvagente ecc.. ecc.. e vedrai che non accadra’ piu’.
    Comunque quando vuoi sono sempre disponibile ad andare a pesca, lavoro permettendo.
    Ciao, a presto.
    Simone

Lascio un commento